Film “L’asso nella manica”

Questa sera voglio partire con un tema forte: tutti, almeno una volta nella nostra vita, ci siamo sentiti dei falliti.Insomma credevamo di non essere capaci di fare nulla. Di non essere all’altezza in quella situazione.Insomma non eravamo adatti.
E’ del tutto normale. Siamo umani e come tali possiamo e dobbiamo fare i nostri errori, farci del male.
Fallita è lei: Bianca Piper, etichettata come A.S.S.O.
main duffA: MICA
S: FIGATA
S: TRATEGICAMENTE
O: SCENA.
In una sola parola ASSO! Un’etichetta da far venire i nervi!
Bianca non è sola, ad affrontare la vita liceale fatta da gruppi, palestrati , secchioni e ragazze senza sale nella zucca, ci sono le sue due migliori amiche.Bianca si renderà conto che tutti non fanno altro che chiedere delle sue amiche piuttosto che dare importanza a lei.
Sarà proprio Wes ad etichettarla come ASSO.
Bianca, durante una verifica di chimica, ascolta una conversazione tra il professore e Wes. Wes rischia di essere eliminato dalla squadra di football perché ha collezionato una terza insufficienza nella materia.
Wes rischia di non giocare più. Bianca è ormai uno dei tanti assi della scuola.
Tra i due ci sarà un’alleanza. Wes aiuterà Bianca ad eliminare l’etichetta, mentre Bianca, bravissima in chimica, aiuterà l’aspirante giocatore. Qualcuno renderà il tutto molto più difficile. Bianca sarà costretta a chiudere i rapporti con le sue migliori amiche… Wes riuscirà a recuperare le insufficienze? E Bianca? Ce la farà a togliere l’acronimo incollato sulla sua faccia?
“L’asso nella manica”, conosciuto come The Duff, ci mette davanti ad una scelta. Scegliere di accettarsi, scegliere di cambiare perché non siamo come gli altri vorremmo che fossimo. Scegliere due opposti, scegliere due mondi divisi, due mondi lontani anni luce.Scegliersi equivale ad accettarsi. Accettarsi significa amare ciò che si è.
“L’asso nella manica” è un film diretto da Ari Sandel, basato sul romanzo Quanto ti ho odiato di Kody Keplinger.
ass
Informazioni sul film
Anno: 2015
Genere: commedia
Durata: 101 minuti
Regia: Ari Sandel

I commenti sono chiusi.